Un’inglese in vacanza

28 settembre 2015

“Prova l’insalata di mare, è buonissima!”
“Mah, veramente non è un granché”
(le mie percezioni, a quanto pare un po’ alterate)

Pensavo che vivere a Siena mi avrebbe da subito dato una sensazione di casa, di normalità, di qualcosa di già conosciuto e perciò non così emozionante.

E invece io non sono io, capito? Non sono un’italiana in patria, io, non più! Io sono un’inglese in vacanza, e per quanto mi dispiaccia ammetterlo e mi crei delle crisi d’identità, la verità è innegabile: io sono una mancuniana fortunata in gita nelle terre del Chianti, ok?

Trovo tutto bellissimo, ma proprio stupendo. Vedo i pavimenti lastricati del Medioevo e la potenza della storia mi assale; visito Santa Maria della Scala e quando mi dicono che il portone è stato aperto per 800 anni e dunque la chiave è andata persa mi emoziono fino alle lacrime; siedo a terra in piazza del Campo sorseggiando uno spritz al sole e mi invidio da sola per la figaggine del mio aperitivo.

Penso agli amici a Manchester che stanno combattendo contro il maltempo, li immagino andare al pub a bere un vino schifoso e costosissimo, li vedo sommersi dal grigiore e li vorrei qui con me, baciati dal sole.

Di sera, dopo cena, stare a casa mi pare uno spreco e allora vado a passeggio nelle altre contrade, fotografo i vicoli, mangio un gelato e sorrido, sorrido e trovo tutto incredibilmente affascinante.

Sono stata anche a Firenze ed era meravigliosa. Ho mangiato al mercato e tutto era buonissimo: il pesce, il vino, gli arancini. E i profumi erano golosissimi e le vetrine del centro raffinatissime e la gente locale bella, abbronzata, serena. E io ero pallida, eccitata, smarrita.

Siena, Firenze, la Toscana sono posti che conoscevo nella mia vita pre-Manchester. Posti che trovavo normali, così come i loro cibi, gli abitanti, le giornate vissute all’aperto.

Oggi è tutto diverso. Meravigliosamente diverso. Di una bellezza commovente che mi fa bene al cuore e mi mette di buon umore.

L’autunno arriverà e la sensazione di essere in vacanza lascerà il posto alle angosce della disoccupazione. Ma non è ancora il momento. Allora mi godo la sorpresa, il piacere, l’incanto di essere qui e di trovare le mie giornate incredibili e speciali.

 

Advertisements

15 Risposte to “Un’inglese in vacanza”

  1. tina said

    Anche a me la Toscana fa questo effetto. Io abito in Umbria, solo due ore daSiena. Due ore vhe separano però due regioni molto diverse. Amo Siena e la sua gente, quella piazza da brivido…enorme e raccolta allo stesso tempo. Casa e altrove insieme.

  2. Erika said

    Io sono già in piena angoscia da disoccupazione, con la differenza che io mi devo trasferire da Italia nord ovest a Italia nord est perchè là lui ha un lavoro stabile. Sono abbastanza disperata anche perchè non ho neanche più amici (sono tutti all’estero). Non ho nemmeno tanti amici nella nuova regione perchè avverto molta diffidenza e a tratti ostilità nei miei confronti, manco provenissi dalla luna. Stessa sensazione ai colloqui di lavoro. Scusate lo sfogo oggi mi gira proprio male.

  3. mari said

    Allora dovevi emigrare per questo, solo per questo, amica.
    Io sono fortunata perché essendo terrona, nipote pronipote bisbisbisnipote di emigranti, mi porto questo straniamento dietro dalla nascita, ovunque vada, e sempre, insieme a quella prontezza alla meraviglia che l’accompagna. Quindi Siena e la Toscana e Poughkeepsie e Tor Pignattara mi commuovono comunque.
    Ormai ce l’hai anche tu, l’hai guadagnato sul campo perché la storia convertita nel tuo genoma non ne conteneva abbastanza.
    E vedrai che con l’autunno invece dell’angoscia per la disoccupazione (o più realisticamente insieme a quella) rimarrà la meraviglia per i rossi e i gialli degli alberi e delle mura medievali e del sole su Piazza del Campo 🙂

  4. Francesca said

    Come procede? Dammi speranza e dimmi che va tutto bene su (ah no… giù) in a Siena.

  5. Andrea e Isabella said

    Ci vuole coraggio per andarsene ma ancor di piú per tornare. Noi siamo stati poco in UK (York), io circa tre mesi e la mia compagna quasi un anno e a gennaio ce ne torniamo a Roma. Avevamo questo sogno, lei tramite Lush ha ottenuto il posto di trainee a York e io quello di magazziniere (xmas temp), purtroppo per problemi personali dobbiamo tornare a Roma, ma la decisione sarebbe stata la stessa anche senza una spinta cosí grande. Dal nostro punto di vista, a parte il lavoro (che inizia a scarseggiare anche in uk nonostante tutto) la vita in questa nazione ci ha messo di fronte a scelte epocali. La giungla delle case in affitto, dove il padrone di casa e l’agenzia se ne fregano se la casa cade a pezzi…..( e ci hanno pure detto che siamo stati fortunati e viviamo in una zona residenziale di York), dove l’umiditá ha quasi lasciato paralizzato il nostro cane (dentro casa eh). Le amicizie. Per quanto tu ti possa integrare avrai sempre l’etichetta del non british ( se poi sei italiano sei il loro passatempo preferito). Il servizio sanitario….lasciamo stare. Abbiamo 37 (io) e 34 (lei) anni. L’Italia con le sue contraddizioni resta il paese piú bello del mondo, dove ti é concesso dire sti cazzi a qualcuno senza che venga organizzata una tenzone per l’offesa….. Abbiamo deciso di tornare e ci riadatteremo, visto che una casa l’abbiamo ed era solo affittata, pagheremo il mutuo e non dovró farmi autorizzare da nessuno per mettere mano a casa mia. Lei manterrá il suo ruolo in Lush e io mi arrangeró……ma ho buone proposte, certo tramite conoscenze, conoscenze, non raccomandazioni, vorrá dire impegnarsi il doppio proprio per quel motivo, ma ne varrá la pena. Ci ritroviamo in tutto quello che dici, emigrare é una scelta soggettiva, ognuno fa la sua, tu hai avuto coraggio in entrambe le situazioni, ti leggiamo da un pó e ti auguriamo tanta fortuna. Perdonate la sintassi ma pensare anglo\italiano e scrivere dal telefonino, é una miscela esplosiva!

  6. claudia said

    Ciao smilla, come stai? come procede l’avventura? qui siamo stracuriosi :))

  7. eddai, non ce lo regali un piccolo post di aggiornamento?! pretty please

  8. Non so se questo tuo silenzio sia positivo o negativo. Anyway, se puoi, riaggiornaci!

  9. Aldo said

    Almeno l aggiornamento “un anno dopo” potevi darcelo!

  10. AD said

    Ogni tanto provo a tornare su questo blog per vedere se ci sono aggiornamenti.. mi piacevano i tuoi articoli e mi spiace tu sia scomparsa.. come una serie tv che viene cancellatae rimane senza finale..

  11. Idem anche per me… ogni tanto passo di qui sperando in un nuovo post. Spero tornerai a scrivere. Soprattutto spero ti vada tutto bene!

  12. CaT said

    Anche io ho seguito questo blog come si seguono le proprie serie tv piu’ care….resto in attesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: