Un’inglese in vacanza

28 settembre 2015

“Prova l’insalata di mare, è buonissima!”
“Mah, veramente non è un granché”
(le mie percezioni, a quanto pare un po’ alterate)

Pensavo che vivere a Siena mi avrebbe da subito dato una sensazione di casa, di normalità, di qualcosa di già conosciuto e perciò non così emozionante.

E invece io non sono io, capito? Non sono un’italiana in patria, io, non più! Io sono un’inglese in vacanza, e per quanto mi dispiaccia ammetterlo e mi crei delle crisi d’identità, la verità è innegabile: io sono una mancuniana fortunata in gita nelle terre del Chianti, ok?

Trovo tutto bellissimo, ma proprio stupendo. Vedo i pavimenti lastricati del Medioevo e la potenza della storia mi assale; visito Santa Maria della Scala e quando mi dicono che il portone è stato aperto per 800 anni e dunque la chiave è andata persa mi emoziono fino alle lacrime; siedo a terra in piazza del Campo sorseggiando uno spritz al sole e mi invidio da sola per la figaggine del mio aperitivo.

Penso agli amici a Manchester che stanno combattendo contro il maltempo, li immagino andare al pub a bere un vino schifoso e costosissimo, li vedo sommersi dal grigiore e li vorrei qui con me, baciati dal sole.

Di sera, dopo cena, stare a casa mi pare uno spreco e allora vado a passeggio nelle altre contrade, fotografo i vicoli, mangio un gelato e sorrido, sorrido e trovo tutto incredibilmente affascinante.

Sono stata anche a Firenze ed era meravigliosa. Ho mangiato al mercato e tutto era buonissimo: il pesce, il vino, gli arancini. E i profumi erano golosissimi e le vetrine del centro raffinatissime e la gente locale bella, abbronzata, serena. E io ero pallida, eccitata, smarrita.

Siena, Firenze, la Toscana sono posti che conoscevo nella mia vita pre-Manchester. Posti che trovavo normali, così come i loro cibi, gli abitanti, le giornate vissute all’aperto.

Oggi è tutto diverso. Meravigliosamente diverso. Di una bellezza commovente che mi fa bene al cuore e mi mette di buon umore.

L’autunno arriverà e la sensazione di essere in vacanza lascerà il posto alle angosce della disoccupazione. Ma non è ancora il momento. Allora mi godo la sorpresa, il piacere, l’incanto di essere qui e di trovare le mie giornate incredibili e speciali.

 

Annunci