Limbo

20 agosto 2013

Lo so che voi siete tutti al mare a farvi i gavettoni, ma io ieri sera ho bevuto la cioccolata calda. Capite come sono diverse le nostre vite?

Però oh, pure la mia non è così malaccio. Mi rifarò prestissimo. Ora però sono in un limbo.

Dico limbo e mi parte la musichetta in testa e non se ne va più, ma in realtà non è quello il mio limbo. E’ l’attesa di un momento, quel momento che è l’unico motivo per cui durante la settimana vado a lavorare.

Mi sto preparando e la mia è un’attività totalizzante.

Lavoro sì, ma intanto limbo. Esco con gli amici, e intanto limbo. Leggo i racconti di Gianni Solla, e intanto limbo. Guardo il telegiornale, ascolto la musica, parlo con S., scrivo il blog, scopro l’audio-tool di whatsapp, mando sms, ma tutto intorno è limbo.
Ha la forma di un enorme calendario nel quale spunto i giorni che mancano alla mia Africa.

mia sorella e M. al safari

mia sorella e M. al safari

Ho fatto i vaccini tutti in una volta, mi erano finiti gli arti per quanti ne ho fatti. Ho comprato una marea di biglietti aerei, un nuovo costume da bagno e la crema-amuleto miracoloso: Prep. Ho dedicato un cassetto intero a tutti quei vestiti che a Manchester li vedi e piangi e invece in Africa a Ottobre, in piena estate, è la morte loro.

Passo le giornate come un automa, lavorando e vivendo la quotidianità obbligatoria solo nell’attesa di un tempo libero da dedicare all’organizzazione del mio mese in Africa.
Mi parlate e vi rispondo, ma non sto ascoltando, sto spuntando mentalmente la mia check-list africana.
Mi vedete e mi offrite da bere, ma io sto cercando di immaginare quant’è grande un leone. Mi telefonate, ma io penso a quando mia sorella si è trovata un babbuino in salotto. Mi bagno sotto la pioggia, ma sento già la sensazione dei miei piedi nella sabbia più bianca del mondo.

Postate le foto di voi al mare mentre io sto a lavorare, a Manchester, ma non mi viene la depressione, perché io è come se fossi già al check-in. Solo che mi faranno imbarcare tra diverse settimane. Nessun problema, sarò solo più pronta, più grintosa, più vogliosa.

Non sono nemmeno impaziente. Non vedo l’ora di partire, questo è vero, ma mi sto godendo questo momento alla grandissima. E’ una sensazione di benessere dilatata in una lunga serie di giorni tranquilli e senza un’anima che possa essere scalfita.

Tutto quello che non riguarda la mia Africa mi scivola addosso senza lasciare traccia. Non datemi delle news in questi giorni, ché non ne resterebbe nulla.

Devo andare alla conferenza a presentare l’azienda per cui lavoro? In inglese? Da sola, sola, senza manco un collega? A parlare di cose che in italiano non ho idea di come si dicano? Embé? Ma voi lo sapete quanto è grande una zebra?

E’ arrivata una bolletta dell’acqua ché manco alla piscina comunale? Ma chi se ne frega, l’avete mai vista la barriera corallina?

C’è una inquietante perdita sotto la vasca da bagno? Sarà inquietante per voi, per me no di certo, ma lo sapete che animale è questo?

Che animale è questo?

Che animale è questo?

Insomma, penso che il concetto si sia capito.
Sto a Manchester a contare lunedì-venerdì come in un febbraio qualunque, con tutto il corpo e i miei capelli lunghissimi e le ossa un po’ acciaccate, mentre voi vi fate gli autoscatti coi piatti di cozze e i cocktail di menta, ma va bene perché io non sento niente. Sto qua ma non ci sto e penso che S. sia contento, perché almeno non mi lamento di tutto.

E non mi arrabbio, non mi cruccio, non mi incupisco, non mi preoccupo di niente.

Piove. Piove molto. Ma voi lo sapete quanto sono rosa i fenicotteri?

Advertisements

21 Risposte to “Limbo”

  1. Wild Soul said

    Bello questo modo di stare con la testa dove si desidera.
    Io mi trovo in una situazione simile alla tua. =)

  2. wuuu che bello che vai gia’ a presentare l’azienda in giro, lo facessero fare a me stramazzerei al suolo. ma smillllla tu la ascolti radio six? perche’ io credo la ameresti!

  3. Ma sì, che bello!!! Godi godi godi!

  4. muzungu said

    Io non vedo l’ora di leggere quello che scriverai dall’Africa sulla tua Africa!

  5. Ah ah ah che bello! Rende perfettamente l’idea !!! Vai Smilla, vai e vivitela come se non ci fosse un domani ! E poi però foto, eh?!

  6. Sunday said

    Sarai ancora più nel limbo al tuo ritorno, quando avrai l’odore, i profumi, il colore e la natura africana negli occhi: solo l’Africa ha questo effetto dirompente sul cuore. La savana verrà con te a Manchester, e ti assicuro che non ti lascerà più.

    • mah non lo so eh, spero di sì perché a dirla tutta al ritorno non ci voglio pensare ché sicuro starò depressa di continuo fino a luglio dell’anno dopo! speriamo bene!

  7. muzungu said

    “gli autoscatti coi piatti di cozze”. Smila se non ci fossi bisognerebbe inventarti!

  8. dorotea said

    Eh, la mia vita non è tanto diversa dalla tua. Cioccolata calda a agosto inclusa. Ma poi mi viene il sospetto che ho anch’io la “mia Africa” lì all’angolo, che devo solo puntarla un attimo di più ed è fatta. Io non lo so quant’è grande una zebra nè quant’è rosa un fenicottero, ma spero che tu lo racconti al ritorno ‘ché non sarebbe male scoprirlo attraverso i tuoi occhi.

  9. arjuna said

    Fantastico post smila! Mentre scrivevi mi rosolavo al sole dei caraibi, ma so che la cosa non ti scalfisce, perché eri troppo con la foto del maribù africano, la versione dark mangiamorti della cicogna. Ma dove vai esattamente? Sciallati!

  10. […] Servizio fotografico autoprodotto. Caffettiera sporca in uso costante, per gentile concessione della mamma di S. Tovaglioli zebrati per familiarizzare con la savana (-19 giorni alla partenza). […]

  11. […] giorno della conferenza è così arrivato all’improvviso in mezzo a tutta questa Africa, senza darmi la possibilità di prepararmi né di spalmare l’agitazione su un arco temporale […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: