Io vado al mare

23 aprile 2012

Certe notti è la notte che scalcio e fisso il muro. Conto le crepe, cerco figure nelle ombre, sento troppo caldo o troppo freddo. Ho gli occhi sbarrati e il nervoso che mi pervade il corpo. Vorrei sbattere i piedi e menare le mani. Mi alzo, vado in salotto, sbatto i piedi e meno le mani sui cuscini del divano, per non farmi male e non fare casino. Vedo la pioggia sotto la luce del lampione là fuori che alimenta la mia rabbia. Scalcio un altro po’. Torno a letto e il mio essere nervosa mi innervosice. Riprendo a fissare il muro agitando il piede.

Finalmente è mattina e ho una scusa per stare sveglia. La stanchezza e l’insonnia continuano ad agitarmi. Evito lo specchio per non vedere le mie occhiaie e so che un caffè non riuscirà certo a rilassarmi.

Allora accendo il computer e vado al mare. Oggi sono stata qui.

eastbourne, regno unito BN21 4AH - google maps

Advertisements

6 Risposte to “Io vado al mare”

  1. Cristian said

    Evidentemente abbiamo lo stesso problema, io lo ho risolto licenziandomi.Ci vediamo mercoledì.
    Ciao
    Cristian

  2. ci sono stata in vacanza studio io a Eastbourne, nel lontano giugno 1997… tre settimane di pioggia, freddo, grigio e depressione… però avevo un insegnante neozelandese fighissimo che come me adorava i Wallflowers e il loro album Bringing down the horse quell’anno… anzi, ho realizzato solo adesso che probabilmente gli occhi azzurri di Jakob Dylan piacevano più a lui che a me!

  3. La prossima volta chiamami che ci andiamo insieme, però a un mare dove ti puoi mettere in costume e sorseggiare un cocktail fruttoso con l’ombrellino.

  4. Ah ah come ti capisco !! Io sono appena arrivata a Londra …
    Ti aggiungo nel mio blogroll 🙂
    Dancer.

  5. roccasicura said

    Io vado al mare qui, quando dal mare sono lontana
    http://noweverthen.com/asbury/ap1fold/ap1.9.html
    vienici anche tu, mettiti un costume intero a quadrettini vichy e il rossetto, goditi l’oceano e il vecchio casinò prima che la salsedine arruginisca la sua insegna. Ci divertiremo, e se vorrai sfuggire al sole e tornare malinconica, ti rintanerai allo stone pony.
    Ci suona uno lì, dicono che sia bravo, ma è un ragazzino. Suona l’armonica a bocca, la chitarra, un sacco di cose, canta ballate di guerra e amore, come tutti da quando è nato il mondo, e dicono che farà strada.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: