Informazioni sul traffico

19 aprile 2012

Alle 8.15 tutte le mattine la radio mi sveglia con le informazioni sul traffico. E’ un buon modo per non rischiare che la voce di Rihanna sia la prima cosa che sento e che potrei portarmi dietro con sommo orrore per tutta la giornata. E poi io mi muovo in bicicletta perciò queste informazioni non mi toccano. Anzi, quando sento di traffico tragico una leggera soddisfazione mi percorre subito. E una leggera soddisfazione appena sveglia è oro.

In ogni caso la lunga, larga e drittissima stradona che passa sotto casa mia non è mai interessata dal traffico. Al massimo è interessata da qualche babygang in skateboard, ma niente di più. E’ una strada secondaria, discreta per non dire noiosa.

Ma non oggi. Oggi era così.

clicca sulla foto per ingrandirla

Come ogni mattina mi sono svegliata, ho imprecato, mi sono alzata in piedi sul letto per tirare la tenda. E l’ho vista: una lunga, infinita fila di macchine.

Sulle prime mi sono sentita un po’ a casa.

Vabbè, non c’era il sole (pioveva come al solito), ma la fila era proprio come quella di via Appia, la mia ultima casa di Roma. Mi stavo quasi commuovendo al ricordo. Però c’era qualcosa di strano, ma cosa? Guardo bene. Anzi, ascolto bene.

Duecento macchine in coda nel silenzio più totale. Nemmeno un clacson, nemmeno un rombo di motore, un vaffanculo urlato gentilmente a quello davanti, uno strillone con in mano il messaggero, uno che approfitta mollando la macchina per andarsi a prendere il caffè, un motorino che sgomma durante lo slalom tra le macchine, un autobus che scoppia e fa scendere tutti tra le bestemmie, il furgoncino pulisci strada che passa nell’ora di punta.

Niente di tutto questo. Solo una lunga, silenziosa coda di macchinine guidate da tranquilli automobilisti senza scazzo.

No, non è casa mia questa.

Advertisements

9 Risposte to “Informazioni sul traffico”

  1. Anna Rita said

    Ti voglio ancora più bene: sono di piazza re di roma.
    Anna Rita

  2. qui è stagione delle piogge. non ti piacerebbe smila!

  3. Monica said

    E’ la stagione delle piogge pure a Roma, oggi c’è anche lo sciopero dei mezzi pubblici= mega super massimo bordello.

  4. E poi tu sei uscita in bici suonando il campanello e, bestemmiando contro i guidatori, gli hai gridato di spegnere le loro dannate auto sennò ti saresti respirata tutto lo schifo delle marmitte? 😀

  5. come amo scrivere da queste parti, ogni tot, tutto sommato, ogni volta che leggo i tuoi post, mi vien voglia di espatriare, amica.

  6. Anna said

    Una decine di persone in fila all’autogrill avrebbero senz’altro fatto più casino.
    Ho immaginato di svegliarmi sentendo la voce di Rihanna… brrrr….

  7. Dovesei said

    Allora in Great Britain nulla è cambiato. Quando ho capito da dove sei partita e dove vivi ora mi si è stretto il cuore: a me Roma manca pur non essendo la mia città, ma quando ci torno, un paio di volte l’anno, mi mette allegria, mi piace l’essere casinari dei romani d.o.c e non.
    Al contrario non reggo gli inglesi, e men che meno i tedeschi. Probabilmente sono il controcanto del casino che alberga in me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: