Oscar 2012

27 febbraio 2012

Oscar 2012

Insomma abbiamo dato gli Oscar pure quest’anno. Per me è stato come un secondo Sanremo, una delusione annunciata ma molto più straziante del solito.

Perché così come Sanremo lo sai che è un sòla ma lo vedi lo stesso e lo sai che le canzoni fanno pena e i migliori non partecipano, però speri che qualcosa ne esca fuori, anche agli Oscar lo sai già chi sono i candidati perciò lo sai da prima che come al solito i migliori sono stati esclusi, però speri si salvino cercando di non premiare proprio quelli che il buon senso semplicemente rifiuterebbe.

Dei film candidati quest’anno ne ho già visti un sacco. Avrei premiato, che strano, Woody Allen, ma solo perché era l’unico degno di nota in quella accozzaglia di nomination immotivate, non certo credendolo un capolavoro; e Meryl Streep perché davvero se lo meritava e si sarebbe mangiata qualunque altra candidata (perché nel film a un certo punto sembra veramente la Tatcher, solo un po’ meno stronza).

Ho visto The Artist e nella notte ho sognato tutte quelle faccette e ammiccamenti e dentoni del protagonista. E ho visto una sceneggiatura paracula per un film paraculo che sapeva come fare a farsi premiare. E ho visto un finale buttato via del tipo “ah che palle, abbiamo già sforato le 2 ore e speso tutti i soldi, come finiamo? chiudi qua e basta, va”.

Ho visto The Help e m’è sembrato un’occasione persa. Con quella storia lì si poteva fare di più di una commediola semiseria da pomeriggio di canale5 dopo che sei tornato dal mare e vuoi solo un sottofondo per dormire e hai già visto tutti i film di Lyala.

Ho visto Paradiso Amaro e salvo solo la scena di George quando corre in ciabatte lungo la strada in discesa. E quel mare così limpido che mi ha commosso più di una volta. Un film da bellissimi di rete4 di quelli che quando a metà parte il tg della notte tu spegni e vai a dormire sonni tranquilli senza chiederti come andrà a finire o quando potrai vedere l’ultima parte.

Hugo Cabret non l’ho visto.

Il film più bello che ho visto quest’anno era We need to talk about Kevin. E infatti non ha vinto proprio niente.

Advertisements

16 Risposte to “Oscar 2012”

  1. Io non ne ho visto nemmeno uno. Ma le faccette e i dentoni però sfava.

  2. manoel said

    manco io. vado mai al cinema. forse dovrei iniziare. l’unico film che ho visto quest’anno e’ stato J. Edgar e non mi e’ piaciuto.

    ha vinto niente?

    [comunque avendo appena letto Underworld di Delillo dove c’e’ una descrizione bellissima del rapporto di Hoover col suo assistente avevo le aspettative molto alte…]

  3. julka75 said

    io non ho visto gli altri e ho visto Hugo Cabret. E penso che lo rivedrò un sacco di volte. I film che ti fanno ridere e ti fanno piangere tutto insieme andrebbero visti e rivisti.
    E sticazzi agli Oscar, non ce li mettiamo?

  4. Anna said

    Concordo in pieno con il tuo giudizio su The Artist. E infatti ha vinto, puntualmente. Del resto sono anni che gli Oscar non hanno più alcun riferimento reale al valore effettivo di un film.

    Hugo Cabret guardalo, per una meditazione davvero riuscita sul fare cinema, lontana da paraculismi di ogni tipo.

  5. So you dislike Paradiso Amaro.
    Well. Understand. Io lo tifavo per la sceneggiatura e me fa piacere l’abbia vinta.
    Gli altri dovrei vederli. I’ll tell you.
    Ecciao
    V.

  6. harryhaller said

    Concordo su The Artist, un film che se avesse potuto parlare..avrebbe avuto ben poche cose da dire. Molto pompato mentre in realtà è tutt’altro che un film di qualità. Paradiso amaro non l’ho visto ma avevo buone aspettative che tu hai parecchio ridimensionato. Se ti è piaciuto Woody forse dovresti vedere qualche suo vecchio film (magari l’hai già visti), questo è il migliore dei suoi ultimi ma il primo Woody era un’altra cosa: Io e annie (la forza dei dialoghi, alla faccia di the artist),Manhattan,Prendi i soldi e scappa, La rosa purpurea del cairo (midnight in paris un po’ gli somiglia)..capolavori! Dopo questa divagazione su Allen passiamo ad altro..concordo su We need to talk about Kevin che, insieme a Shame, meritava miglior sorte. Anzi ti dirò di più, secondo me (non ti incavolare), Tilda Swinton meritava ampliamente l’oscar come miglior attrice, più della Streep (che io adoro), lo stesso vale per lo straordinario Fassbender di Shame. Hai ragione tu comunque, il parallelo con Sanremo è perfetto.

    • concordo su woody! li ho visti tutti, li amo. tilda è brava, ma meryl streep che fa la tatcher è un 10 netto, perciò resto dell’avviso che sia lei la migliore. e invece, tadààà, non concordo su shame che non mi è piaciuto per niente! avevo grandi aspettative e invece sono rimasta delusissima, anche perché avevo visto hunger qualche giorno prima, dello stesso regista, e mi era piaciuto moltissimo!
      benvenuto su questo blog comunque!

      • harryhaller said

        Grazie del benvenuto e azz che tadààà!! Non avevo dubbi..
        Per quanto riguarda Shame..punti di vista condivisibili o meno, l’importante è non negarseli certi film. Ma Melancholia? Non t’è piaciuto?
        Complimenti per il blog (me l’ha suggerito un amico comune), quello che scrivi è molto interessante e piacevole da leggere.

        ps dopo questa sviolinata potresti anche dire che ti sei sbagliata e pensi che Shame sia un gran film (ci tengo al tuo giudizio e McQueen è un mio lontano parente).

  7. @harryhaller melancholia m’è piaciutissimo! ma proprio tanto. ti dirò che shame è bello solo perché m’hai sviolinato, ok. salutami mcqueen allora!

  8. Dovesei said

    Non andrò a vedere The Artist, come non sono mai andata a vedere nessuno dei film acchiappatutto. Me li sono visti poi in tivvù.
    A me Clooney è piaciuto molto, davvero. Mi ha commosso e scosso, e anche se al di fuori del film lo prenderei a schiaffoni, avrei voluto abbracciare quell’uomo dallo sguardo perso.
    Concordo su Allen, il suo film avrebbe meritato. The Iron Lady non l’ho ancora visto. Hugo Cabret nemmeno.

  9. niki said

    Sono contenta! Cominciavo a pensare di essere fuori…Ho visto solo paradiso amaro e mi è sembrato: noioso, con dialoghi scemi e con una storia raffazzonata. La recitazione del divo George mi ha lasciata fredda.
    Concordo, la corsa in ciabatte era l’unica faccenda umana nell’insieme.
    Sulle spiagge…attualmente vivo ai Caraibi e non ne posso più di climi bollenti e spiagge tropicali! Sempre così monotoni e uguali!

    • carissima niki, avevi cominciato tanto bene il tuo commento. già ti amavo. poi quella chiusa sul “vivo ai caraibi, fa caldo”. aaaaaaaaaahhh, adesso ti invidio troppo per stimarti! torno al freddo, alla pioggia, al grigiore. eccìù.

  10. niki said

    Non invidiarmi, il clima a Cartagena de Indias fa schifo. Mai sotto i 30 gradi e un umido pazzesco. Il primo mese ho retto, il secondo pure, al terzo (ho problemi di cuore) ho cominciato a svenire e non ho più smesso.
    Certi giorni l’afa è insopportabile e le zanzare pungono 24 ore su 24… e le robe ultrachimiche che vendono qui per difendersi, gli fanno da aperitivo alle zanzare.
    Immaginati, in cucina alle 8 del mattino, con già un caldo orribile a mettere su il caffè mentre le zanzare ti divorano… sono posti che vanno bene per una vacanza. Punto.
    E poi immagina. Giorno dopo giorno, all’infinito, senza soste: caldo e zanzare.
    E’ che siamo bloccati qui finché non si capisce se ci danno il visto. Se ce lo danno scappiamo a Bogotà!

    • oddio mi hai fatto venire in mente toni pagoda di Hanno tutti ragione, il libro di sorrentino. lui soffriva gli scarafaggi in brasile…
      vabbè, diciamo che ti invidio meno. con stima e da sotto una coperta di pelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: