Ci manca la bussola!

4 ottobre 2011

Facciamo tutto giorno per giorno, senza progetti. Oggi ci capita di partire per un’altra nazione e ci andiamo. Cerchiamo lavoro, esploriamo la città, conosciamo delle persone. Ogni giorno la nostra situazione cambia. Ma non per il gusto dell’avventura. E’ che non abbiamo una mèta. Dice la mia amica MG che ci manca la bussola.

Quello che i nostri genitori chiamavano “il sistemarsi” a noi fa venire i brividi. Non per l’idea in sé di dare un qualche tipo di organizzazione alle nostre giornate, più che altro perché non sappiamo da dove cominciare e forse perché le possibilità sono troppe. O troppo poche. Siamo confusi, o forse pigri, o forse è solo che non ce l’hanno insegnato e non siamo riusciti ad impararlo da soli. O ce l’hanno insegnato ma non abbiamo capito? Allora intanto andiamo in giro e poi ci lamentiamo perché ci sentiamo smarriti e soli. Siamo da qualche parte del mondo a fare conversazione con delle persone che non hanno la più vaga idea di chi siamo, che non sanno niente della nostra vita fino a oggi. E magari all’inizio essere l’uomo senza radici ci piace, ma poi capita che vediamo in tv un documentario su Roma e ci viene il magone. Ma dura poco anche quello, come tutto il resto di queste vite così casuali e labili.

Io me le racconto queste cose con i miei amici, emigrati o rimasti. Perché in effetti la direzione da prendere non è chiara nemmeno a quelli che sono rimasti, ammesso che si debba prendere una direzione. Il confrontarci non ci allevia, riesce solo ad alimentare ancora di più, se possibile, quella sensazione di impasse, di non sapere cosa fare, dove andare e come gestire la vita. Nel senso del lungo periodo, cioè di tutto il periodo!

Allora andiamo un po’ così alla cieca, facciamo delle prove, ci buttiamo in delle situazioni che per un po’ ci sembrano interessanti, poi quando anche loro iniziano a sapere di muffa facciamo un piccolissimo passo (in avanti? di lato? a zigzag?). Un passo tipo cambiare coinquilino, tagliarci i capelli, comprare un biglietto one-way, iscriverci a tango, pitturare una parete di rosso. Un passo così, per vedere che succede. Se succede qualcosa. Per quanto tempo riusciamo ad acquietarci.

Però una vaga idea del paradiso perduto da ritrovare ce l’abbiamo anche noi. Io per esempio vorrei aprire uno chalet al mare (sì, dalle mie parti lo chalet sta al mare e non lo chiamerò mai stabilimento balneare!), per andare a lavoro scalza, rastrellare, aprire gli ombrelloni alle 7 di mattina quando ancora fa un po’ freschetto e bere una corona col limone tutte le sere alle 8. Mia sorella si vedrebbe bene ad impagliare sedie. La mia amica MG dice sempre che prima o dopo metterà su un maneggio e vivrà con i cavalli. Non sono nè veri progetti né vaneggiamenti. Sono idee che stanno lì e forse le raggiungeremo o forse continueremo a raccontarcele aggiungendo sempre qualche dettaglio in più.

La vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio? Se adesso incontro Marzullo non so proprio che rispondergli.

Advertisements

5 Risposte to “Ci manca la bussola!”

  1. mari said

    Ma MG sono io per caso? no perchè io volevo un Cavallobianco da piccola, lo chiedevo a babbo natale, la befana, santa lucia, sant’antonio, e quando fu chiaro che nessuno mi avrebbe esaudito, giocai la carta più grossa, e lo chiesi al mio zio della Merica, che tutti dicevano che era ricco sfacciato.
    -mari che ti dobbiamo portare quando veniamo a luglio?
    -mmhh…un Cavallobianco.

    Non mi arrivò mai perchè in aereo si sta tutti seduti e i cavalli non si sanno sedere, solo che io non potevo saperlo.
    ma mi è rimasto il pallino. Un pallino bianco.

    Un giorno aprirò un maneggio, vivrò all’estero, e a Roma che è la città più bella del mondo, e a Firenze che è la seconda più bella del mondo, e saprò tutto dell’arte moderna, ma sarò anche diventata un magistrato, e mi sarò iscritta a medicina, perchè un medico ci vuole. Avrò dei figli e racconterò loro le storie di Menocchio, un mugnaio del cinquecento, li amerò ma saranno anche il pretesto per andare ai parchi a tema. Cucinerò ma andrò a cena fuori perchè mi piace tanto farlo.

    Un bacio cara, buona fortuna, sarei contenta di essere MG.
    Ma io mi chiamo Mariagrazia, tutto attaccato, me lo dicevano così tante volte da piccola che credevo che Tuttattaccato fosse il cognome.

    Al massimo apriremo un maneggio “MG&MT” 🙂

    • MG said

      Mariagraziatuttoattaccato! Ciao! Io sono MG cioé Maria Grazia S T A C C A T O, piacere conoscerti!! Devo dire che quando ho letto il tuo post per un momento ho pensato che avevo uno sdoppiamento della personalità e da nottambula avevo scritto quel messaggio, visto che abbiamo un milione di cose in comune oltre al nome! Ma poi mi sono ricordata che io il cavallobianco che chiedevo a tutti da piccola lo volevo marrone con la stella bianca in fronte, che non ho uno zio ricco della Merica, e soprattutto non conosco storie di mugnai del 500.. cmq ovviamente visto che sembra che siamo stata separate alla nascita e Smila ci ha fatte ricongiungere, ci dobbiamo conoscere, magari nel prox viaggio di visita a Smila in UK! O magari quando apriremo il maneggio..che comincia sempre più a assomigliare ad una comune:)
      Tanti baci da NY! ( che visto che nn c ho lo zio sono venuta io qui così i miei nipoti mi potranno chiedere il cavallobianco dalla Mercia!)
      Sincerely yours,
      MG

      • mari said

        Ciao Stella della Senna!!!
        piacere mio 🙂
        ci dobbiamo conoscere, si, Smila è magica nel far re-incontrare gente che non s’era mai incontrata prima, in effetti…
        magari ci vediamo a NY, io dovrei venirci a novembre o dicembre, se la mia vita debosciata non avrà prosciugato nel frattempo ogni mia sostanza.
        Buonanotte, ove mai il tuo (e mio, ovviamente) nottambulismo ti desse tregua 😉

  2. l'uomo senza macchina said

    TORNAAAAAAAAA!!

  3. […] Ci manca la bussola. Pare che sia utilizzato in certi laboratori e che qualcuno l’abbia stampato, letto in giro e appeso sopra al letto. E’ un po’ triste sapere che siamo proprio tutti tutti tutti così smarriti. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: